Cultura, ambiente e turismo del territorio delle quattro province
Segui Oltre anche su:   
HomeArte“Alessandria scolpita”, un viaggio d’arte tra Gotico e Rinascimento

“Alessandria scolpita”, un viaggio d’arte tra Gotico e Rinascimento

“Alessandria scolpita”, un viaggio d’arte tra Gotico e Rinascimento

Nell’ambito delle celebrazioni degli 850 anni dalla fondazione della città di Alessandria è stata inaugurata, il 12 dicembre, a Palazzo del Monferrato, la mostra “Alessandria Scolpita. Sentimenti e passioni fra gotico e rinascimento” che sarà visitabile fino al 5 maggio.

Sculture, dipinti e oreficerie riunite per la prima volta a testimoniare un periodo storico (tra il 1450 e il 1535) in cui Alessandria ha dato un’impronta peculiare e rilevante in un ruolo di collegamento e continuità tra i territori che, sotto il dominio degli Sforza, andavano da Milano a Genova. Ponendosi come cartina di tornasole dei fermenti che influenzarono l’espressione artistica in un momento cruciale di passaggio dal tardo gotico al fiorire del Rinascimento.
Curata da Fulvio Cervini, ordinario di Storia dell’Arte Medioevale dell’Università di Firenze, frutto della collaborazione di un nutrito comitato scientifico, la mostra allinea quarantasei opere, suddivise in tre sezioni nelle sale di Palazzo Monferrato.

Interessante l’ostensorio di Voghera, sia in quanto oggetto molto prezioso, sia per la storia a cui rimanda. È il Tabernaculum Argenteum, noto agli studiosi proprio con il nome “Ostensorio di Voghera”, anche se a Voghera non c’è più da oltre cento anni.
Alto 76,5 centimetri, pesa 5,4 chilogrammi. Costò 200 scudi somma rilevante, secondo il valore di quell’età, fu il giudizio del Casalis nel suo Dizionario geografico del 1854. È in argento fuso e argento dorato, inciso,sbalzato, cesellato, con applicazioni in smalto traslucido. Viene considerato una capitale espressione dell’arte orafa, nodale per la storia dell’oreficeria lombarda.

I visitatori della mostra, dopo aver goduto di molte testimonianza di fede e di arte raffinata all’interno del Palazzo, non perderanno l’occasione di visitare la Pinacoteca diffusa in città e nell’immediato circondario. Chiese, palazzi, oratori, ospitano gioielli artistici che s’inseriscono nel contesto dell’esposizione, arricchendola e chiudendo il cerchio di un’avventura affascinante.

Alessandria scolpita 1450-1535
Palazzo Monferrato
via San Lorenzo, 21
Alessandria
aperta fino al 5 maggio 2019
orari: da martedì a venerdì 16-19
sabato e domenica 10-13 e 16-19
Per informazioni
www.palazzomonferrato.it

Oltre n. 175 è nelle edicole delle province di Pavia e Alessandria.

SOMMARIO

Share With: