Cultura, ambiente e turismo del territorio delle quattro province
Segui Oltre anche su:   
HomeArtePaesaggi della “scuola tortonese”

Paesaggi della “scuola tortonese”

Da Pellizza a Cuniolo. Visioni di paesaggio

Paesaggi della “scuola tortonese”

Sarà allestita a Garbagna, dal 22 giugno all’8 luglio, una mostra con opere dalla collezione della Fondazione C. R. Tortona che ripercorrono il paesaggio di Tortona e dintorni, secondo gli artisti attivi sul territorio negli anni a cavallo tra i secoli XIX e XX.

Un omaggio ai protagonisti della “scuola tortonese”, attiva nei primi decenni del Novecento, avrà come palcoscenico la sala polifunzionale del caratteristico borgo della val Grue. Sarà, di fatto, un omaggio al paesaggio anche di quei luoghi, con le sue vedute e le dolci ondulazioni che lo caratterizzano.
Succedendo ai due titani Pellizza e Saccaggi, opere dei quali la mostra prende avvio, autori quali Giuseppe Sala, Angelo Barabino, Mario Patri, Cleto Boccalatte, Pietro Dossola, Giovanni Cavanna, Gigi Cuniolo, Luigi Rapetti, hanno manifestato, tutti e incondizionatamente, una predilezione per il paesaggio, rivisto secondo la propria sensibilità e permeato da un immancabile amore per la propria terra.
Nulla di inventato, semmai accarezzato dal muoversi del pennello sulla tela, a rendere la bellezza di scorci cittadini, di piccoli borghi, delle colline, degli orti e dei giardini, dello scivolare degli abitati nella campagna, delle alture nella pianura, dall’arsura nei corsi d’acqua.
Una mostra, dunque, che grazie alla generosa disponibiltà della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, porta a Garbagna opere di valore, la cui poetica è forte quanto l’amore, quanto l’osservazione, quanto il sudore, quanto il lavoro.
Un’antologia che parte con due studi di paesaggio di un Pellizza ventenne e prosegue con il Parco di Rosano di Cesare Saccaggi, dipinto probabilmente negli anni del primo dopoguerra, con il notturno di Giuseppe Sala che, intitolato Raggio lunare su casa, raffigura la tortonese casa medioevale di via Pinto, con la caratteristica finestra gotica. E via dicendo, percorre le vedute ad ampio respiro di Patri, le tonalità chiare di Dossola e le interpretazioni dei più giovani Rapetti e Cuniolo.

Da Pellizza a Cuniolo
Visioni di paesaggio
Opere dalla collezione
della Fondazione C.R. Tortona

Garbagna – Sala Polifunzionale
23 giugno – 8 luglio 2018
orario: sabato e domenica
10,30 – 12,30 / 16 – 19
Inaugurazione:
venerdì 22 giugno alle ore 18
sabato 23 giugno, in occasione della “Notte romantica”, apertura anche serale fino alle ore 24

Share With: